www.lucidellesodo.it

Siti ufficiali Multilingue
  • A La Nueva Creación a cargo de Stefania Caterina
  • Az Új Teremtés felé
  • DE
  • ENG
  • fr
  • HR
  • La Nueva Creacion
  • portoghese
  • rep.ceca
  • ro
  • Towards the New Creation by Stefania Caterina
Newsletter
Archivio articoli
DVD video – Audiolibro

dvd 1-raccolta video

DVD video 1 e 2

audiolibro1

RICHIEDI QUI

Cari lettori e lettrici,
Ringraziamo tutti quanti ci aiutano a divulgare i messaggi relativi alle rivelazioni ricevute da Stefania Caterina, e pubblicati nel suo sito Verso La Nuova Creazione  (©Luci dell’Esodo srl).
 
Vi invitiamo pertanto a non copiare e incollare i messaggi di Stefania Caterina, producendo altri siti emulativi, ma a permettere l’accesso al nostro sito tramite link; così da lasciare l’originalità e l’identità di questo progetto integra e non generalizzata con altri contenuti.
 
Il Nucleo Luci dell’Esodo offre la vita per il servizio a questo progetto, con il compito di proteggerne l’integrità e l’originalità.
Con la disponibilità a collaborare con tutti voi, per valorizzare gli impulsi che lo Spirito opera nel suo popolo, vi ringraziamo, benediciamo e accompagniamo con la preghiera e l’offerta della vita a Dio.
 
Il Nucleo 
Luci dell’Esodo

La manifestazione della Madre e Regina dell’Universo

 

[playlist ids="6691,6670"]

Appuntamenti 2017

• 2016 Dicembre dal 28 al 2 Gennaio 2017 viaggio a Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera

“Regina della Pace, completamente tuoi - 
a Gesù attraverso Maria”
icona
Per informazioni contattateci.

Appuntamenti 2017

  • Gennaio sab. e dom. 14-15 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  •  Febbraio sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  • Marzo sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) 
  •  MARZO dal 22 al 27 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
  • Aprile sab. e dom. 1-2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  • Maggio sab. e dom. 6-7 con inizio alle ore 15 del sabato a Ghedi (BS) 
  •  Giugno sab. e dom. 3-4 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS)  
  • Luglio sab. e dom. 1-2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  •  LUGLIO dal 12 al 21 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
  • Agosto mercoledì 2 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  •  Agosto dal 13 al 18 viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
  •  Settembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  • Ottobre sab. e dom. 30 (settembre)-1 (Ottobre) con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  • Novembre sab. e dom. 4-5 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  •  NOVEMBRE dal 29 (Ottobre) al 2 (Novembre) viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
  • Dicembre sab. e dom. 2-3 con inizio alle ore 15 a Ghedi (BS) giornate di condivisione e preghiera
  • DICEMBRE dal 29 al 2 Gennaio viaggio Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera
 
Per informazioni contattateci.
Che Dio vi benedica!!!
 
Cari lettori, ecco un breve promemoria degli incontri proposti per i mese di:
DICEMBRE 2016
- Domenica 4.12 con inizio alle ore 15,00 Partecipazione alla Liturgia celeste 
- Domenica 11.12 con inizio alle ore 15,00 Partecipazione alla Liturgia celeste 
- Domenica 18.12 con inizio alle ore 15,00 Partecipazione alla Liturgia celeste 

aperto a tutti 

Per partecipare vi chiediamo cortesemente di telefonare anticipatamente,

gli orari possono subire delle variazioni senza preavviso grazie.

La Pentecoste Cosmica

https://youtu.be/I7U9XjzAGlc

 

[audio mp3="http://www.versolanuovacreazione.it/wp-content/La-Pentecoste-Cosmica-29.10.2016.mp3"][/audio]

Il segno è una croce…

Carissimi fratelli e sorelle,Il segno è una croce, simbolo della salvezza operata da Gesù Cristo
il segno che vedete rappresentato e che desideriamo farvi conoscere ci è giunto per rivelazione. Nel 2015, Maria Santissima lo ha mostrato in visione a Stefania Caterina. Ha detto che si tratta di un segno potente. Lo porteranno quanti decidono seriamente di appartenere al popolo nuovo che si offre a Dio, attraverso il suo Cuore Immacolato, e partecipa all’azione di Dio per ricapitolare in Cristo ogni cosa.
Ecco dunque che cosa rappresenta questo segno, secondo le indicazioni date dalla Madonna.
Il segno è una croce, simbolo della salvezza operata da Gesù Cristo e come tale riconosciuta e venerata dal popolo di Dio presente in tutto l’universo.
Al centro della croce sta il Cuore Immacolato di Maria, dal quale si sprigiona la fiamma del suo amore.
Attorno al Cuore si può vedere un cerchio di colore celeste che rappresenta il popolo di Dio presente in tutto l’universo; attorno ad esso, un altro cerchio azzurro con le dodici stelle della corona di Maria, descritte nel libro dell’Apocalisse,[1] segno della sua regalità che si estende a tutto l’universo, ma anche della sua maternità universale. La Madonna, infatti, ha più volte affermato che le stelle della sua corona sono i suoi figli sparsi in tutto l’universo.
Maria Santissima sta al centro del popolo che si consacra a Lei e che perciò le appartiene. Come Madre e Regina sostiene e difende il popolo che suo Figlio Gesù si è acquistato con il suo Sangue. Lo eleva e lo associa alla sua immacolatezza affinché sia puro e capace di comparire davanti al suo Signore.
Nel popolo di Dio a Lei consacrato, Maria Santissima trionfa. Perciò questo segno rappresenta anche il trionfo del suo Cuore Immacolato, già preannunciato a Fatima, che avverrà non solo sulla Terra ma in tutto l’universo.
Attraverso Stefania Caterina, la Madonna così si è espressa a proposito del segno: Figli miei, vi ho parlato del segno che ho voluto per tutto il popolo dell’universo e non soltanto per voi sulla Terra. È il segno di tutti i miei figli nel cui petto avviene il trionfo del mio Cuore perché il mio Cuore trionfa nel vostro cuore. E quando tutti avrete ricevuto questo segno, si compirà il tempo e si avvicinerà il ritorno di mio Figlio. Tutti coloro che sulla Terra e nell’universo si convertono ed entrano a far parte del popolo nuovo ricevono questo segno, sono segnati con il mio Cuore, il Cuore della Madre del Salvatore. È il trionfo dell’amore di Cristo in ciascuno di voi”.
Sulle due braccia della croce stanno l’Alfa e l’Omega, che rappresentano Gesù Cristo così come indicato nel libro dell’Apocalisse, in diversi capitoli[2]: “Io sono l’Alfa e l’Omega, Colui che è, che era e che viene, l’Onnipotente”; e ancora: “Io sono l’Alfa e l’Omega, il Principio e la Fine”; e quindi: Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primo e l’Ultimo, il Principio e la Fine”.
L’Alfa e l’Omega stanno ad indicare che tutto ciò che esiste fin dall’inizio sarà ricapitolato in Cristo. Questo segnerà il passaggio dalla prima creazione, Alfa, alla creazione nuova che verrà alla fine dei tempi, Omega. Allora Gesù tornerà nella gloria per instaurare definitivamente il Regno di Dio ed introdurre nella Nuova Creazione tutti coloro che gli appartengono.
Il passaggio dalla vecchia alla nuova creazione non potrà avvenire se non mediante l’appartenenza al popolo di Dio presente in tutto l’universo, che partecipa al Sacrificio di Cristo attraverso il Cuore Immacolato di Maria. Questo è il passaggio pasquale, cuore del messaggio cristiano.
Sulla croce non è rappresentato Gesù crocifisso ma il suo popolo unito a Maria Santissima. Questo significa che il popolo di Dio è chiamato a vivere la profonda unione col Sacrificio di Cristo, per completare ciò che manca alla sua Passione al fine di giungere alla sua Risurrezione, e diventare così Eucaristia Vivente.
Sia la Madonna, sia tutti gli strumenti che ci hanno parlato in questi ultimi tempi, hanno sottolineato la potenza divina che questo segno porta in sé. Ci è stato detto che non si tratta del distintivo di appartenenza a qualche associazione umana, né un segno da ostentare in modo fanatico o come ornamento. Esso è segno di appartenenza al popolo di Cristo che vive e opera in tutto l’universo. Perciò non è dato solo a noi della Terra, ma a tutti i fratelli e le sorelle che vivono su altri pianeti e che, seppure così distanti, sono uniti nello stesso spirito perché appartengono alla Santissima Trinità.
Così si è espresso lo Spirito Santo attraverso Stefania Caterina: “Riceverete …il segno attraverso il quale imprimerò in voi il sigillo trinitario. È un segno potente in tutto l’universo proprio perché porta in sé la potenza della Santissima Trinità; una potenza che nessuna forza può sconfiggere”.
Ci è stato anche spiegato che questo è un segno di riconoscimento, simile al simbolo del pesce per i primi cristiani.[3] Infatti, nel primo secolo d.C., il pesce era il segno che i cristiani utilizzavano durante le persecuzioni dell’imperatore romano. Quel segno indicava la presenza dei cristiani in un determinato luogo.
Allo stesso modo, questo segno indica la presenza di coloro che appartengono alla Chiesa di Cristo presente in tutto l’universo e che attendono il suo ritorno glorioso.  Questo sarà di fondamentale importanza nei tempi che verranno, i tempi dell’Anticristo, nei quali i figli di Dio avranno bisogno di riconoscersi fra loro con sicurezza, ovunque si trovino nell’universo. Ci è stato detto che questo segno è riconoscibile sulle astronavi dei fratelli fedeli a Dio che percorrono l’universo.
Sarà segno di speranza per quanti si sentiranno oppressi dall’azione del Male e cercheranno di aggregarsi alla Chiesa di Cristo nell’universo. Dio Padre, attraverso Stefania Caterina, ha chiamato questo segno:  ”Segno della mia vita e lo porterete non con orgoglio ma con umiltà, per liberare i prigionieri. Quando i prigionieri vedranno quel segno su di voi, leveranno il capo e gioiranno nel vedere che si avvicina la liberazione, il giorno della mia gloria”
Il segno unirà il popolo nuovo sulla Terra e lo orienterà verso la comunione con la Chiesa dell’universo nello Spirito Santo. Imprimerà la dinamicità trinitaria del popolo nuovo in quanti lo riceveranno.
La Fondazione “Fortezza dell’Immacolata” ha deciso di produrre questo segno secondo le rivelazioni  ricevute. I suoi membri lo hanno ricevuto e lo portano con piena responsabilità e con la consapevolezza di ciò che esso rappresenta. Lo hanno ricevuto a compimento di un cammino di anni, nei quali hanno liberamente deciso di aderire al progetto di Dio di ricapitolare in Cristo l’intero universo, così come ci è stato rivelato e spiegato, e di appartenere definitivamente al popolo di Dio presente in tutto l’universo.
Questo stesso cammino spetta a tutti coloro che vorranno ricevere questo segno e portarlo su di sé. Tutti dovranno accogliere il piano di Dio che ci è stato rivelato e servirlo con amore, mettendosi a disposizione di Dio. Tutti, senza eccezioni, saranno chiamati a vivere secondo quelli che ci sono stati indicati come i tre pilastri del Regno di Dio: l’offerta della vita a Dio, attraverso il Cuore Immacolato di Maria; l’immacolatezza cioè l’integrità della vita; la comunione universale con tutti i fratelli e sorelle della Terra e dell’universo che sono uniti nello Spirito Santo.
Questo segno non si troverà in commercio né si potrà ordinare per posta o attraverso internet. Sarà disponibile nelle Case della Fondazione “Fortezza dell’Immacolata”, e sarà dato solo a quanti decidono di percorrere il cammino che il segno indica.
Siamo consapevoli che non tutti, per ragioni diverse e oggettive, avranno la possibilità di giungere alle nostre Case, pur desiderando sinceramente di vivere questi programmi e di ricevere il segno. A questi vogliamo dire che sono ugualmente chiamati a vivere quello che il segno rappresenta, per essere segnati nel loro cuore e uniti nello Spirito Santo. La Madonna ha infatti affermato che questo… ” è il segno di tutti i miei figli nel cui petto avviene il trionfo del mio Cuore perché il mio Cuore trionfa nel vostro cuore”.
Così saremo membri del Corpo di Cristo che si estende in tutto l’universo.
Vi comunichiamo quanto abbiamo ricevuto e che non è solo per noi ma per tutti voi.  Proseguiremo con spiegazioni più approfondite attraverso i video, gli audio e le comunicazioni che potrete trovare su questo sito e nelle Case della Fondazione “Fortezza dell’Immacolata”.
Vi siamo vicini con la nostra preghiera e vi benediciamo con amore.
Tomislav Vlašić e Stefania Caterina
[1] Cfr. Ap 12, 1-2
[2] Cfr. Ap 1, 8; Ap 21, 6; Ap 22, 13
[3] In lingua greca le lettere che compongono la parola Ichthùs (pesce) sono le iniziali di Gesù Cristo, Figlio di Dio, Salvatore:
 I = Iesùs (Gesù)
Ch = Cristòs (Cristo)
Th = Theoù (di Dio)
U= Uiòs (Figlio)
S= Sotèr (Salvatore)

Riflessione – Immacolati con l’Immacolata

[audio mp3="http://www.versolanuovacreazione.it/wp-content/Riflessione-Immacolati-con-lImmacolata-07.10.2016.mp3"][/audio]

Riflessione -Tempo dell’Anticristo – Tempo del trionfo del Cuore Immacolato di Maria

[playlist ids="6627"]

Riflessione – Un passaggio cosmico

[audio mp3="http://www.versolanuovacreazione.it/wp-content/04.06.2016-Riflessione-Un-passaggio-cosmico.mp3"][/audio]

 

Messaggio dello Spirito Santo del 15 maggio 2016 

Solennità di Pentecoste

Un passaggio cosmico

“Figli miei carissimi, popolo mio,
 oggi desidero benedirvi e avvolgervi con la mia luce. Il fuoco del mio amore scenda su di voi come è sceso nella prima Pentecoste sulla Chiesa nascente. Il mio fuoco, se accolto dai vostri cuori, diventa luce e la luce illumina ogni tenebra, diventa conoscenza di Dio autentica e profonda.
È mio compito portarvi alla verità tutta intera, secondo quello che il Padre desidera e che il Figlio ha reso possibile mediante il suo sacrificio per voi. È mio compito illuminarvi nel profondo e dall’alto; è incessante la mia opera per portarvi alla conoscenza di Colui che è la Via, la Verità e la Vita. Io vivo per il Padre e per il Figlio e con loro vivo per il nostro popolo; nostro perché è il popolo del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo.[1]

Leggi tutto

Il Sacerdozio Nuovo nel Popolo Nuovo

Sacerdoti nuovi per un popolo nuovo

Messaggio di Gesù del 5 aprile 2012, Giovedì Santo

 

Stefania Caterina e P. Tomislav Vlašić ci parlano del Sacerdozio Nuovo nel Popolo Nuovo.

[embed]https://www.youtube.com/playlist?list=PLu1d0FIqu4iZCTfacNBhg1gGs4boZyCmr[/embed]

 

[playlist ids="6520,6521,6515,6514,6511,6503,6473,6468,6416,6415,6438,6437"]

 

 

Il tempo della testimonianza

 

[playlist ids="6359,6354,6344,6342,6336,6334,6299,6279,6276,6274,6272,6269,6254,6250,6241"]

Messaggio di Gesù del 27 marzo 2016 – Domenica di Pasqua

 

Il tempo della testimonianza

 

 “Figli miei, con gioia vi benedico oggi e vi ringrazio perché avete consumato con me la mia Pasqua. Non è un modo di dire ma è realmente così perché avete accettato di darmi testimonianza e ve ne ringrazio. Ricordate però che sono io che testimonio in voi, che do testimonianza al Padre mio nello Spirito Santo. Non dimenticate mai questo: io testimonio dentro di voi che sono risorto e che ho glorificato il Padre nello Spirito Santo.
Figli miei, oggi comincia per voi il tempo della grande testimonianza perché gli eventi si susseguiranno e la Terra si trova in una situazione veramente grave come anche la Chiesa. Voi vi trovate a vivere in questo tempo così tremendo e grandioso. Perciò vi mando come pecore in mezzo ai lupi, ma non vi mando senza prima avervi preparato. Avete visto quanti anni di preparazione ci sono voluti per voi. Ora desidero che in questo popolo siano evidenti i frutti della preparazione intensiva che avete ricevuto in questi anni.
Leggi tutto

Seguire i punti salienti

 

[playlist ids="6198,6132,6103,6098,6072,6070,6057,6053,6050,6046,6043,6031,6025,6021,6013,6006,5996,5961,5958,5949,5930,5928,5926,5923"]
Leggi tutto

L’evangelizzazione del basso universo

Carissimi lettori,
vi trasmettiamo il messaggio che abbiamo ricevuto da San Michele arcangelo. Pensiamo che non abbia bisogno di commenti. Lasciamo alla vostra coscienza il compito di giudicare e scegliere se e come aderire, nella piena libertà dei figli di Dio.
Vi benediciamo e vi seguiamo con la nostra preghiera.
                                                                                  Stefania Caterina e Tomislav Vlašić
Messaggio di San Michele arcangelo del 5 gennaio 2016, vigilia dell’Epifania
 
sanMichelearc
L’evangelizzazione del basso universo

 

“Carissimi fratelli e sorelle della Terra che avete deciso di appartenere ad un popolo nuovo, vi annuncio con gioia che l’evangelizzazione del basso universo inizierà domani, nel giorno in cui la Terra ricorda la grande manifestazione del Signore.

Dio Padre porta così a compimento la promessa di mandare suo Figlio Gesù Cristo, il Salvatore, a tutti i popoli sparsi nell’universo. Farà conoscere l’opera della redenzione anche al basso universo che finora non l’ha conosciuta. Gesù compirà questa grandiosa opera nella potenza dello Spirito Santo; si servirà degli strumenti straordinari e del suo popolo che si ingrandirà sempre di più.

Gesù dunque mi ha dato ordine che l’evangelizzazione del basso universo abbia inizio senza più indugi e ritardi. Tutto è pronto. Sono pronte le schiere angeliche così come il Nucleo Centrale. Sono pronti anche i fratelli fedeli che domani entreranno nel basso universo nel nome di Dio Trino ed Uno.

Anche voi siete pronti; il Signore vi ha messo alla prova in questi anni, ha visto il vostro cammino e vi ha trovato fedeli; perciò anche voi parteciperete all’evangelizzazione del basso universo con la vostra vita offerta a Dio nell’immacolatezza e nella comunione universale. La vostra preghiera sarà di aiuto e protezione ai fratelli fedeli e a quanti in questo tempo si avvicineranno alla fede, non solo nel basso universo ma anche sulla Terra. Questa vostra azione sarà al contempo anche la vostra evangelizzazione della Terra, in attesa che tutto sia compiuto. Vi chiedo dunque di impegnarvi nella vostra missione, preziosa e indispensabile. Non dimenticate che la Terra sarà lo scenario dell’ultima battaglia fra Gesù Cristo e Lucifero al momento del ritorno glorioso di Cristo.

Leggi tutto

VIVERE in CRISTO per RISCRIVERE la STORIA

https://youtu.be/fvZu246Hlt0

“Questo è un giorno solenne”

 - Anniversario delle apparizioni a Medjugorje

Messaggio della Madonna a Stefania Caterina:

 Madonna

 

Dice la Madonna:

 

Cari figli,

oggi desidero benedirvi solennemente, con la benedizione che Dio mi concede per i miei figli. Vi siete offerti a me e vi ringrazio per questo. Abbiamo molto da fare insieme.

Sappiate, figlioli, che in ogni mia apparizione, anche la più sconosciuta, io avevo un solo obiettivo: quello di formare un popolo nuovo. Il popolo nuovo è il popolo che abbraccia tutto l’universo. Volevo e voglio radunare sotto il mio manto tutti i figli di Dio sparsi nell’universo, perché tutti nell’universo siete fratelli e il mio Cuore materno arde dal desiderio che tutti i figli siano radunati attorno al Padre loro. Avverto tutta la sollecitudine materna che mi spinge a  cercare anche l’ultimo fra i miei figli e recuperarlo alla vita.

Questa è la verità di ogni mia apparizione, ed è per questo che volevo rivelarvi l’esistenza della vita nell’universo. Non intendevo parlarvi degli alieni o di qualcosa di nuovo e misterioso, ma della realtà come è in Dio: la realtà di un solo Padre e dei suoi figli, di un solo Pastore, mio Figlio Gesù Cristo, e di un solo gregge in tutto l’universo.

Ora i tempi sono maturi perché possiate comprendere questo, anche perché Lucifero sta lavorando molto. Vuole rivelare l’esistenza dei suoi figli del basso universo, che non desiderano vivere in comunione con nessuno, tanto meno con voi. Perciò questo è il tempo in cui la verità che vi ho trasmesso nelle mie apparizioni deve continuare a vivere nei miei figli. Vi ripeto quello che vi ho già detto: quelle di  Medjugorje sono le mie ultime apparizioni sulla Terra; dopo di esse, la mia opera continuerà attraverso ciascuno di voi, se sarete fedeli a Dio e a me.

Questo è un giorno solenne, un giorno importante per voi! Vi chiedo di celebrarlo sempre, nelle vostre case e tra di voi, come il giorno della vostra nascita spirituale perché, attraverso la mia venuta a Medjugorje, io vi ho chiamati ad uno ad uno, secondo il volere di Dio, per fare di voi il mio popolo. Un popolo che sulla Terra sembra così piccolo ed è spesso disprezzato, purtroppo anche nella Chiesa,  eppure è così prezioso agli occhi di Dio. Ciascuno di voi è prezioso agli occhi di Dio e ai miei occhi, è prezioso per il mio Cuore. Io non scarto nessuno. Perciò, figli, anche se vi sentite piccoli, inadeguati, insicuri, non abbiate paura! Io sono vicina a ciascuno di voi e vi sorreggo, vi amo e vi conduco là dove il Signore vuole, perché io non ho altro desiderio che fare la volontà del Figlio mio e mio Dio.

Vi benedico e vi chiedo di rimanermi fedeli sempre, in ogni prova. Vi richiamo all’offerta pura della vita. L’offerta di voi stessi a Dio, attraverso di me, è l’unico mezzo che possedete per cambiare le sorti di questa umanità. È bello ciò che fate per Dio e per me, sono belle tutte le vostre iniziative ma ricordate, figlioli, che la cosa più importante è l’offerta della vostra vita. Da lì nascono tutte le iniziative più belle, da lì comincia la vostra stessa vita. Perciò tutto ciò che fate, consideratelo un di più, un frutto della vostra vita offerta. La vostra prima, grande e potente azione è quella di offrire voi stessi a Dio attraverso di me. Offrite tutte le vostre gioie e le vostre sofferenze, tutto il vostro essere. Fatelo soprattutto durante la celebrazione Eucaristica. Quando partecipate in questo modo alla santa Messa, voi completate le sofferenze di mio Figlio unendo ad esse le vostre sofferenze (Co, 1, 24). Così si forma il popolo di Dio e da lì emana una potenza che muove l’universo e alimenta costantemente il vortice trinitario. La vostra sincera partecipazione al sacrificio di mio Figlio è la perla di questa Terra, il vero tesoro della vostra umanità.

Benedico tutti voi, le vostre famiglie, le vostre case, il vostro lavoro, tutto ciò che siete e tutto ciò che fate. Rimanete uniti e fedeli a Dio e a me.

Vi benedico, nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”.

 

Testimone di Međugorje, colloquio con Padre Tomislav Vlašić.

 

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

Riflessioni  audio di approfondimento del libro: 

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

a cura degli autori

[playlist ids="5922,5917,5915,5913,5910,5908,5905,5902,5899,5896,5893,5887,5878,5869,5860,5859,5846,5813,5807,5808,5809,5805,5804,5803,5801,5800,5703,5702,5696,5695,5694,5692,5691,5672,5668,5657,5656,5655,5654"]

 

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

Riflessioni  audio di approfondimento del libro: 

Riscrivere la Storia vol. II L’universo e i suoi abitanti

a cura degli autori

 

[playlist artists="false" ids="5380,5382,5381,5437,5457,5461,5610,5584,5486,5583,5611,5585,5609,5613,5615,5618,5620,5624,5625,5628,5627,5631,5632,5633,5635,5636,5651,5648,5650,5652"]

 

Il popolo nuovo celebra la vita – I grandi annunci di Dio

Carissimi fratelli e sorelle,

 

continuiamo insieme il nostro cammino. Oggi riflettiamo su un aspetto importante, contenuto nel messaggio della Santissima Trinità che vi proponiamo.

Come intendete l’azione di Dio? Come una serie di eventi catastrofici, magici, improvvisi o a spezzoni? Ebbene, Dio agisce costantemente, armoniosamente perché è l’Amore che genera e porta l’universo alla perfezione. La sua azione fondamentale passa attraverso le vibrazioni della sua vita. Ogni creatura coglie queste vibrazioni nella sua originalità, nel grado della sua apertura interiore e della sua disponibilità ad accoglierle o meno.

La vibrazione della vita divina aumenta progressivamente in tutto l’universo. Arriverà al suo culmine con la ricapitolazione in Gesù Cristo dell’intera creazione: quanti avranno accolto Gesù Cristo saranno portati all’unione mistica con Dio, e saranno capaci di cogliere pienamente la sua vibrazione; quanti l’avranno respinto saranno indeboliti e lasciati a se stessi. Questo è il processo della divisione del bene dal male, della trasformazione ed elevazione di quanti accolgono Dio.

 

Quando si manifestano gli eventi esterni, essi sono il frutto e la conseguenza di un processo che ci porta ad accettare o respingere l’azione di Dio. Questo processo si sviluppa in noi e si riflette all’esterno. Ormai siamo sufficientemente informati e nessuno può rimanere indeciso. Quanti accolgono l’azione di Dio si lascino dunque coinvolgere responsabilmente. La nostra partecipazione dal di dentro è vitale, fluisce come una preghiera che nutre la nostra vita.

 

“Tranquillo è il mio cuore,

a te canterò e suonerò.

 

Svegliatevi arpa e cetra,

voglio svegliare l’aurora.

 

Ti celebrerò tra i popoli, Signore,

a te canterò inni fra le nazioni.

 

Il tuo amore è grande al di sopra dei cieli

la tua verità arriva alle nuvole.

 

Mostrati, o Dio, al di sopra dei cieli;

la tua potenza appaia sul mondo!

Salvaci con la tua mano, rispondici

e saranno liberati quelli che ami.

 

Sal 108 (107), 1-7

 

 

Partecipi di questo grande amore di Dio, invochiamo la benedizione gli uni sugli altri.

 

                                                                                                          Tomislav Vlašić

 

Messaggio della Santissima Trinità

Leggi tutto

Il popolo nuovo celebra la vita – Nuovo invito a tutti

Carissimi fratelli e sorelle,

continuiamo a pregare per tutti voi. Condividiamo con tutti quello che sperimentiamo, affinché il volto di Dio risplenda su tutta l’umanità.

Come abbiamo testimoniato altre volte, così affermiamo anche adesso: l’azione di Dio Trino e Uno si esprime ogni giorno in modo sempre più potente. Dio, nel suo amore, vuole salvare ed elevare tutto l’universo. 

Nel messaggio che di seguito vi proponiamo, Dio si esprime nella sua azione. Vi sono alcuni elementi fondamentali:

- Egli ama tutti; tutti invita alla salvezza. Nel suo amore esprime l’essenza della sua azione;

- Dio argina il male e non permette che trionfi. Soccorre l’umanità in ogni epoca, situazione e   istante, affinché il male sia vinto;

- Ci dona tutti i mezzi necessari. In modo particolare, dona all’umanità uno strumento sublime: sua Madre. Chi come la Madre immersa in Dio può trasmettere l’amore di Dio?

Il popolo aperto all’azione di Dio-Amore coglie gli impulsi divini, celebra la vita e canta col salmista:

 

“Il Signore è il tuo custode,

il Signore è come ombra che ti copre,

e sta alla tua destra.

Di giorno non ti colpirà il sole,

né la luna di notte.

Il Signore ti proteggerà da ogni male,

egli proteggerà la tua vita.

Il Signore veglierà su di te,

quando esci e quando entri,

da ora e per sempre”.

(Sal 120, 5-8) 

Anche noi celebriamo la vita insieme a voi e vi benediciamo

                                                                                                                      Tomislav Vlašić

 

Messaggio della Santissima Trinità

  Leggi tutto

Il popolo nuovo celebra la vita – Dio c’è

Carissimi fratelli e sorelle,

la storia umana, fin dalle sue origini, testimonia che Dio c’è: l’umanità lo intuiva e lo comprendeva, seppur in modo limitato, lo adorava spesso in modo sbagliato.

Dio, però, comunicava con l’umanità. In Gesù Cristo ha rivelato il suo volto e aperto la strada all’umanità a conoscerlo pienamente e, così elevata, vivere con lui.

Nei prossimi giorni, i cristiani celebreranno grandi solennità per unirsi a Dio: l’Ascensione al cielo del Signore Gesù, che portò la nostra natura nella dimensione divina; la discesa nei nostri cuori dello Spirito Santo, che ci guida interiormente nella nostra elevazione, oltre i confini delle nostre capacità; la Santissima Trinità nella quale raggiungiamo la perfetta realizzazione nella creazione nuova, dove finiscono la morte ed ogni sofferenza (Ap 21, 4).

Dio vuole comunicarci pienamente la sua vita, se noi desideriamo accoglierla e viverla. La vita di Dio accolta, trasforma i misteri della fede nella luce e nella perfetta conoscenza: da qui nasce in noi la vita piena, eterna. Al contrario, venerando Dio in questi misteri ma sfiorando appena la verità, senza entrare in essa per viverla, rimaniamo fuori dalla conoscenza, fuori della vita di Dio che tende a comunicarsi e ad elevare l’umanità. 

Ci aspettano tempi pieni di eventi nei quali Dio si rivelerà per portare l’umanità in una dimensione elevata. Dio non forzerà la libertà dell’uomo, ma si rivelerà a coloro che lo amano e sono pronti ad essere trasformati nella sua vita: “Giuda (non l’Iscariota) gli disse: “Signore, perché vuoi farti conoscere a noi e non al mondo?” Gesù rispose: “Se uno mi ama, metterà in pratica la mia parola, e il Padre mio lo amerà. Io verrò da lui con il Padre mio e abiteremo con lui. Chi non mi ama non mette in pratica quello che dico. E la parola che voi udite  non viene da me ma dal Padre che mi ha mandato. Vi ho detto queste cose mentre sono con voi. Ma il Padre vi manderà nel mio nome un difensore: lo Spirito Santo. Egli vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto quello che ho detto”(Gv 14, 22-26)

 Per la nostra meditazione, pubblichiamo di seguito un passo tratto da un libro di Stefania Caterina, per meglio comprendere i passi da fare, che vi condurranno a vivere nella Santissima Trinità. Come di solito, vi accompagniamo con la preghiera e vi benediciamo insieme a tutti quanti camminano nella luce di Dio.

                                                                                                             

                                                                                                   Tomislav Vlašić

Il pensiero di Cristo non è fantasia

 

Il lungo discorso di S. Raffaele sul pensiero di Cristo si è articolato in diversi colloqui e messaggi lungo gli anni. In queste spiegazioni del 2005, avevo chiesto a San Raffaele come distinguere il pensiero di Cristo dalla nostra fantasia. Mi aveva risposto così:

  Leggi tutto

Il popolo nuovo celebra la vita – Fedeli alla legge di Dio

Carissimi fratelli e sorelle,

dopo gli auguri di Pasqua non vi abbiamo più scritto niente. Le feste pasquali, con il loro messaggio, sono di per sé molto ricche ed incisive. Vi abbiamo lasciato per darvi modo di incontrare Cristo Risorto e approfondire il vostro rapporto con lui.

Nella vita di un uomo, l’incontro con Cristo Risorto non può rimanere un episodio isolato, un’esperienza che passa e rimane come un ricordo. Al contrario, è un’esperienza vitale che si amplifica, coinvolge totalmente e diventa permanente; porta tutta l’umanità verso la creazione nuova, se accoglie Cristo. Così è stato per gli apostoli e per i veri discepoli di Gesù.

Ci sono avvenimenti cosmici che ci parlano e che vi comunichiamo come parte della nostra testimonianza. Cristo Risorto, dopo la sua risurrezione, come Buon Pastore visita abitualmente le umanità dell’alto universo fedeli a Dio. Tra lui e queste umanità c’è un rapporto vitale che noi non siamo neppure in grado di immaginare, e che possiamo considerare come una tappa progressiva verso la realtà descritta da San Giovanni apostolo come i cieli nuovi e la terra nuova (Ap 21).

  Leggi tutto

Appuntamenti 2017
[caption id="attachment_2259" align="alignleft" width="235"]http://www.fortezzadellimmacolata.org/ Qui la nuova Rubrica a cura del nucleo dei medici http://www.fortezzadellimmacolata.org[/caption]

Tutte le domeniche alle 15,00 a Ghedi ci incontriamo per partecipare alla Liturgia Celeste.

Gli incontri sono sempre aperti a tutti. Per partecipare vi chiediamo cortesemente di telefonare anticipatamente, gli orari possono subire delle variazioni senza preavviso grazie.

• 2016 Dicembre dal 28 al 2 Gennaio 2017 viaggio a Međugorje (BIH) giornate di condivisione e preghiera

"Regina della Pace, completamente tuoi - 
a Gesù attraverso Maria"
icona
Per informazioni contattateci.

Appuntamenti 2017

Fondazione  Fortezza dell’Immacolata

Međugorje
 

Ghedi

Fondazione

Tel. n. +39.3316709504

fax n. +39.019 2070460

redazione@lucidellesodo.it

Il cammino del popolo nuovo

Il cammino del popolo nuovo.cop-001

Intervista a Canale 5 - 4 ottobre 2008

Salone Internazionale del libro - Torino, Maggio 2009

Oltre la grande barriera, presentazione del libro di Stefania Caterina

Intervenuti: Renzo Allegri, Massimo Centini, Selma Chiosso, don Ermis SEGATTI

.

Incontro con Stefania Caterina -18.Dicembre 2011 -1.parte

Incontro con Stefania Caterina - 18 Dicembre 2011 - 2.parte

.

Intervista a Stefania Caterina 11.Novembre 2010

.

.

Intervista